IL NOSTRO CAMPO DI AZIONE

RICERCA
FORMAZIONE
LAVORO 

Per contattarci chiama il numero (+39) 081 562 1292 oppure scrivi alla nostra mail a info [ @ ] cosvitec.eu . Grazie!

ORARI

Lun-Ven 9:30 - 13:30 & 14:30 - 17:30
Sabato - Scrivici o Contattaci
DomenicaScrivici o Contattaci

CREATE ACCOUNT

*

*

*

*

*

*

FORGOT YOUR PASSWORD?

*

MSQA VI edizione

msqa logo

 

 

Promozione
Costo del master 4.000 + IVA invece che 6.000 +IVA. Scarica la domanda.

 

Documentazione

Pubblicheremo i nuovi documenti in tempo reale.

Download file:

 

Master in Sicurezza e Qualità nel settore Agroalimentare

Destinatari
Il corso è aperto a tutti i laureati e laureandi (laurea triennale) prossimi alla discussione della tesi. Il corso si rivolge a coloro che intendono valorizzare ed ottimizzare l'applicazione dell' autocontrollo secondo le norme del nuovo PACCHETTO IGIENE, a coloro che utilizzando standard di settore (BRC, IFS, ISO 22000) ed intendono proporsi nel mondo del lavoro quali esperti di Sistemi per la Sicurezza Alimentare: responsabili qualità, personale operativo nell'ambito del Sistema Qualità, consulenti, personale degli organismi di controllo, responsabili di produzione, personale di organismi di Vigilanza e di Controllo. Struttura
Il master si articola in 900 ore :
240 di aula, di cui (8 ore corso di BRC-IFS con attestato rilasciato da ente di certificazione)
40 ore di Formazione a Distanza
20 ore di visite guidate
600 di stage

 

Perché farlo
Perché è il primo passo per diventare manager in azienda ed inoltre per:

  • strutturare un sistema di Qualità ed Autocontrollo basato sulla conoscenza specialistica delle normative ISO e della metodologia HACCP
  • specializzarsi nell'implementazione e nella gestione della Qualità e della Sicurezza Alimentare, sulla base degli standard BRC ed IFS ed sulla nuova norma ISO 22000/FSSC 22000
  • progettare e gestire professionalmente ed efficacemente un sistema di Autocontrollo Aziendale specializzandosi sui nuovi regolamenti del Pacchetto Igiene (in vigore dal 01/01/06) ed il Codex Alimentarius
  • poter pianificare e condurre audit interni per la verifica dei sistemi di Qualità ed Autocontrollo, valutando l'efficacia del sistema stesso.

 

Docenti
Il nostro corpo docente è stato costituito scegliendo professionisti individuati tra docenti universitari, esperti di settore e studiosi di rilievo nazionale. Si prevede, inoltre la partecipazione di “visiting professor” al fine di rendere vivo e attuale il percorso di approfondimento specifico al settore.

 

Struttura del corso

Teoria
Mod. 1 L’organizzazione aziendale
Mod. 2 Comunicazione
Mod. 3 Le risorse umane e la formazione
Mod.4 Costruzione di lavoro in team
Mod.5 Gestione della sicurezza alimentare i nuovi standard BRC-IFS
Mod. 6 Pacchetto Igiene, rintracciabilità e risk management

Pratica
Mod. 7 Applicazione del Pacchetto Igiene
Mod. 8 Laboratorio
Mod.9 Rintracciabilità
Mod.10 Sicurezza sui luoghi di lavoro
Mod.11 Rischio ed implementazione della qualità
Mod.12 Indicatori di qualità
Mod. 13 Customer Satisfaction
Mod. 14 Il Sistema di Gestione Ambientale
Mod. 15 Responsabilità delle imprese: il decreto legislativo 8 giugno 2001, n° 231. –SA 8000

 

CONTENUTI TEORIA

Mod. 1 L’organizzazione aziendale

  • contesti e le strutture organizzative.
  • organizzazione aziendale:
  • management e leaderschip:
  • progetti e project management: definizioni e caratteristiche.
  • la ram (responsibility assignment matrix);
  • il WBS (work breakdown structure);
  • il WCP (work control package);
  • il GANTT;
  • il milestone plan;
  • il reticolo PERT (program evaluation and review technique).

 

Mod. 2 Comunicazione

  • potenzialità e limiti della comunicazione.
  • le premesse del sistema di comunicazione umano:
  • la comunicazione a due vie.
  • domande di formulazione lecita, domande di formulazione non lecita.
  • l’ascolto:
  • la capacità d’ascolto;
  • i cinque livelli dell’attenzione.
  • un’applicazione pratica: il colloquio motivazionale.
  • i feedback: la critica costruttiva, i rinforzi, i complimenti.
  • il processo di sviluppo della competenza comunicativa.
  • il progetto di miglioramento personale

 

Mod. 3 Le risorse umane e la formazione

  • La definizione delle competenze del personale.
  • La valutazione della qualità dello stage e la valutazione on the job;
  • La valutazione di progetti di aggiornamento/formazione continua;
  • La valutazione dell'efficacia di impatto;
  • Questionari a risposte aperte e questionari a risposte chiuse.
  • Implementare un sistema di valutazione

 

Mod.4 Costruzione di lavoro in team

  • il processo di team building.
  • le fasi di costruzione di sviluppo di un team:
  • la definizione del metodo di lavoro;
  • la progettazione e la realizzazione del risultato;
  • le relazioni collaborative: ruoli, attività e competenze.
  • l’analisi e strumenti di soluzione dei problemi
  • strumenti di cooperazione;
  • condurre le riunioni di lavoro
  • modalità di gestione delle metodologie di problem solving attraverso la gestione di gruppi di lavoro

 

Mod.5 Gestione della sicurezza alimentare i nuovi standard BRC-IFS

  • Quadro normativo internazionale
  • Nuovo protocollo BRC Global Standard – Food
  • Nuovo protocollo International Food Standard
  • Confronto tra gli standard: sinergie e differenze
  • I requisiti degli standard: HACCP e GMP, Sistema di Gestione
  • Integrazione degli standard BRC e IFS con il sistema ISO 9001 e con ISO 22000

 

Mod. 6 Pacchetto Igiene, rintracciabilità e risk management

Parte teorica

  • Il quadro normativo nazionale ed internazionale.
  • HACCP- I NUOVI REGOLAMENTI DEL PACCHETTO IGIENE
  • Gestione, valutazione e analisi del rischio
  • Rintracciabilità Regolamento CE n. 178 del 2002
  • Il decreto legislativo numero 81 del 9 aprile 2008 Testo unico sulla sicurezza sul lavoro
  • OHSAS 18001:2007
  • ISO 9000 VISION 2000
  • Customer Satisfaction la norma UNI 11098
  • La cultura e la qualità del servizio,
  • Il concetto di cliente interno e cliente esterno,
  • Il modello teorico di riferimento:
  • Customer Satisfaction il Index, alcuni modelli a confronto,
  • Il piano della ricerca-gli strumenti di misurazione della soddisfazione del cliente
  • ISO 14001 (EMAS): La famiglia di norme ISO 14000
  • Il decreto legislativo 8 giugno 2001, n° 231. –Sa 8000

 

PRATICA

Mod. 7 Applicazione del Pacchetto Igiene

  • Elaborazione del PIANO DI AUTOCONTROLLO igienico sanitario, mediante l’applicazione del metodo H.A.C.C.P. completo di procedure e schede di controllo, in base a quanto previsto dal D.Lgs. n° 193 del 06/11/2007 e dal “Pacchetto igiene” entrato in vigore il 1 gennaio 2006.
  • Preparazione ed approvazione di un Piano di azione dei rischi

 

Mod. 8 Laboratorio

  • Prove microbiologiche su materie prime, semilavorati e prodotti finiti;
  • Controlli di filiera produttiva;
  • Prove microbiologiche sulle superfici a contatto con gli alimenti (tamponi ambientali);
  • Prove microbiologiche dell'aria degli ambienti di produzione;
  • Controllo qualità;
  • Classificazione dei rifiuti;
  • Controlli analitici delle acque reflue;
  • Controllo della gestione degli impianti di depurazione;
  • Verifica della potabilità della acque destinate al consumo umano e animale;
  • Rilievi ed indagini di parametri fisici (RUMORE, VIBRAZIONE, MICROCLIMA, RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE in ambienti confinati ed esterni)
  • Identificazione e quantificazione di OGM in matrici alimentari, mangimi e sementi mediante la tecnica Real–time PCR
  • Elaborazione delle etichette alimentari: ingredientistica e nutrizionale
  • Determinazione della shelf-life

 

Mod.9 Rintracciabilità

Applicazione pratica del Regolamento CE n. 178 del 2002:

  • come registrare i dati relativi della merce che entra in azienda (fornitore, articolo, lotto, ecc.);
  • come ricostruire la storia di un prodotto partendo dal rivenditore fino a giungere al fornitore della materia prima.

 

Mod.10 Sicurezza sui luoghi di lavoro

  • Applicazione pratica del dlgs 81:
  • Il Documento di Valutazione dei Rischi
  • I rischi e la loro gestione
  • Uso delle attrezzature di lavoro e segnaletica di sicurezza
  • Le emergenze
  • Particolari condizioni di lavoro: appalti e cantieri temporanei
  • Il sistema di responsabilità
  • Responsabilità civile
  • Responsabilità penale
  • Responsabilità Amministrativa (cenni 231/01)
  • Le questioni disciplinari
  • I sistemi di gestione per la sicurezza
  • La piramide degli incidenti
  • Il sistema di gestione SSL e i vantaggi
  • I sistemi integrati

 

Applicazione pratica OHSAS 18001:2007:

  • Pianificazione per l'identificazione dei pericoli, la valutazione dei rischi e il controllo dei rischi
  • Programma di gestione OHSAS
  • Struttura e responsabilità
  • Formazione, consapevolezza e competenza
  • Consultazione e comunicazione
  • Controllo operativo
  • Adeguatezza dei mezzi di emergenza e risposta
  • Misurazione, monitoraggio e miglioramento delle prestazioni

 

Mod.11 Rischio ed implementazione della qualità

  • Classificazione dei rifiuti
  • Implementazione del sistema qualità ISO 9000 VISION 2000
  • Incontri di formazione per personale addetto alla produzione alimentare come prescritto dal “PACCHETTO IGIENE”
  • Incontri di formazione “rischio biologico”
  • Indagini microbiologiche – chimico – fisiche nelle matrici non alimentari

 

Mod.12 Indicatori di qualità

il processo di messa a punto degli indicatori della qualità;

  • la selezione e costruzione del sistema di indicatori;
  • il quadro di gestione della qualità;
  • l’attuazione del sistema di indicatori;
  • riesame periodico del sistema di indicatori;
  • obiettivi per la qualità per l’organizzazione e per il cliente.

 

Mod. 13 Customer Satisfaction

  • La costruzione del questionario.
  • L’elaborazione dei dati.
  • Le modalità di impiego dei risultati e il piano di azione.
  • La norma UNI 11098: Linea guida per la rilevazione della soddisfazione del cliente e per la misurazione degli indicatori del relativo processo.
  • L’audit del processo di rilevazione della soddisfazione del cliente e della misurazione dei relativi indicatori di prestazione dell’organizzazione

 

Mod. 14 Il sistema di gestione ambientale

  • I modelli e i principi dello schema ISO 14001 (EMAS).

 

Mod. 15 responsabilità delle imprese: il decreto legislativo 8 giugno 2001, n° 231. –Sa 8000

  • l'analisi dei rischi, la gestione delle deleghe, la redazione e la gestione delle procedure.

 

Valutazione

Sia durante che al termine della realizzazione del percorso formativo si valuterà l’intervento mediante la distribuzione di questionari valutativi. Inoltre l’interazione tra il tutor, la classe ed i docenti permetterà il completamento di quel feed-back formativo. Metodologia e Materiale Didattico

Il corso, sarà improntato soprattutto sugli aspetti pratici evitando di tralasciare gli elementi teorici di base necessari e indispensabili per una conoscenza completa e approfondita. Le attività pratiche coinvolgeranno i discenti con esecuzioni dirette da parte di ciascun partecipante con strumentazioni tecnico-professionali ed informatiche. Supporti didattici necessari per la completa comprensione degli argomenti trattati, CD delle lezioni, manuali operativi che contengono sia la parte teorica che la parte pratica, monografie di aggiornamento, tabelle e nomogrammi per uso professionale, borsa personale con raccoglitore di schede. Certificazioni rilasciate

Alla fine del percorso formativo verrà rilasciato l’attestato di esperto in Sicurezza Alimentare e QuAlità

TOP